<img src="http://www.mauriziovetrieditore.com/images/maurizio-vetri-editore.jpg" alt=“maurizio vetri editore” />

Tutti i titoli Collana/Poesia

Collana/Poesia/9/

Titolo: Normanni e visi d'arabi

Autore: Sebastiano Impalà

 

Formato: 15x21 cm

brossura

80 pagine

 

Copertina: Studio Maurizio Vetri

 

Prima edizione: Settembre 2016

isbn 978-88-99782-09-2

 

Prezzo di copertina: Euro 12,00

 

acquista adesso

Premi per silloge ”Normanni e visi d’arabi”

 

  •  Menzione d’onore per libro “Normanni e visi d’arabi” IV Ragunanza di poesia Roma 2017
  •  Terzo posto al Premio Navarro dei Lions Club per libro edito                                          “Normanni e visi d’arabi- Sambuca di Sicilia (Ag) -2017
  •  Menzione d’onore per silloge ”Normanni e visi d’arabi”                                  Premio L’anfora di Calliope- Erice(TP) 2017

 

Premi per poesie contenute nella silloge” Normanni e visi d’arabi”

 

  • Vincitore assoluto al Premio “Arthur Rimbaud” di Morano Calabro (Cs) -2015 con la poesia” Suoni siciliani”
  • Vincitore assoluto al Premio “ I tuoi occhi senza di me” di S. Maria Capua Vetere 2017 con la poesia “Sarajevo, mon amour”
  • Vincitore premio “ AmoRoma” con la poesia “Ci sono giorni” Roma 2017
  • -Vincitore assoluto con la poesia” Striscia di Gaza”. Concorso BombaGiù - Parigi 2017
  • Secondo posto al Premio “Memorial Guerrino Cittadino” Rende (Cs) 2014 con la poesia “Lampedusa”
  • Secondo posto al Premio” Generazione Alfa” Sondrio 2014 con la poesia “Rimembranze etiche”
  • Terzo classificato al Premio “Amalia Vilotta” Montalto Uffugo (Cs) 2016 con la poesia “Lampedusa”
  • Terzo classificato al Premio “John Keats”si Morano Calabro( Cs) -2015 con la poesia “Coralli”
  • Menzione d’onore per la poesia “Luna” alla IV Ragunanza di poesia Cristina di Svezia- Roma 2017
  • Quinto posto al Primo concorso Novella Torregiani con la poesia “L’inquieto sonno” Porto Recanati(Mc)- 2017

top

Leggere questa raccolta del poeta Impalà significa indossare lo sguardo di un viaggiatore e farsi trascinare lungo le irte strade dell’inconscio, perchè il viaggio e il poeta sono un unicum indivisibile.

Ricorrono nei suoi versi immagini di sandali spellati e scarpe bagnate, parole come tragitto, tram e vagoni di treno, forte è l’anelito di ricongiungimento alla sua terra, spesso paragonata a una donna dai seni abbondanti, emblema di fecondità, nutrimento e accoglienza.

Ho riconosciuto nei suoi versi la sindrome del tutto e nulla, tipico di chi a lungo ha vissuto altrove, immergendosi nel tutto della nuova terra, stringendo tra le mani il nulla nell’atrio immacolato del rimpianto.

Una costante della sua poetica è l’amore per la sua terra a cui dedica l’ultimo pensiero prima del sonno, ma anche la ricerca del nuovo “sarò uccello dalle ali bianche in cerca di ristoro sulle fresche colline del tuo viso” e di ciò che è già stato “ti cerco e ti trovo amore perduto nel duodeno del mondo”.

Ovunque rimbalzano le note di quel pentagramma del vigore siciliano, l’orgoglio di appartenere all’isola che diede i natali a tanti illustri scrittori, (vedasi Scrittore sicano dedicato a Sciascia, o anche il componimento Luce sullo stretto),ma è in Fui che riconosco l’uomo e il fratello con cui il mio Salento condivide storia e civiltà: Fui greco e saraceno, arabo e normanno, francese nella testa, spagnolo nell’inganno...

L’amore per la letteratura, intriso di riferimenti mitologici e desideri onirici, abita ogni verso del Nostro,  forse per i più è evidente nelle liriche dedicate a Doris Lessing, a Neruda, a Cleopatra, alla Merini, io invece lo colgo nei dettagli; nel suo interrogarsi sul mare che conduce a solitudini remote

ho visto Ulisse e le sirene, in Lampedusa scorgo il pianto delle madri e il museo dei migranti sommersi e la diatriba tra ricerca della verità e risposte impossibili si fa incalzante... “e noi che respiriamo l’assoluto invano cercheremo una risposta nei versi di poeti trasandati”

Egli sembra affidare un compito al poeta quando scrive: Salgo colli infiniti dove stanno i poeti che con cetre spezzate armonizzano il mondo... e non conta se ci si arriva seguendo le impronte dei grandi o percorrendo le vie del pensiero divergente: “e mi conosco, otticamente tuo, io chirurgo di idee traverse”(in Cleopatra), ciò che conta, malgrado le guerre e le calamità del nostro tempo, è credere che la Poesia possa riconciliarci con la nostra umanità perduta, ricreare armonia e tramandare ai posteri istanti di bellezza.

 

 

Claudia Piccinno

L'Autore

Sebastiano Impalà è nato a Torregrotta (ME) 56 anni fa.

Attualmente vive e lavora a Reggio Calabria con la moglie e la figlia adolescente.

Poeta, aforista,  scrittore e critico letterario ha iniziato a scrivere da bambino e, ancora adolescente, ha pubblicato le prime poesie in alcuni quaderni culturali locali.

Si considera un fotografo che, con i suoi personalissimi obiettivi, riesce a tradurre le immagini in poesie, racconti e aforismi.

Ha ottenuto riconoscimenti letterari in quasi tutte le manifestazioni e concorsi a cui ha partecipato fra cui il primo posto assoluto al concorso “Arthur Rimbaud” di Morano Calabro ed è presente in decine di antologie.

Convinto che la poesia sia la quintessenza della vita, continua a scrivere affinché non venga considerata un prodotto di nicchia nel panorama della letteratura.

La sua prima silloge è “Ossigeno e pensieri”.

top

AREA ACQUISTI

Se vuoi acquistare il volume

"NORMANNI E VISI D'ARABI"

 

Compila i campi a lato e invia

Riceverai una mail di conferma entro 24 ore

Ti preghiamo di inserire il tuo Codice Fiscale per permettere una corretta fatturazione dell'articolo

Prezzo di copertina:   Euro 12,00

 

Se vuoi velocizzare le operazioni di richiesta e recapito puoi effettuare subito il pagamento con circuito PayPall utilizzando la tua carta di credito.

Costi di spedizione:

 

PAGAMENTO CON CARTA DI CREDITO:

ITALIA: Gratuito

Estero: Euro 2,00

 

 

BONIFICO BANCARIO:

se si sceglie questa modalità vi verrà inviata una mail con i riferimenti di pagamento

 

ITALIA: Gratuito

Estero: Euro 2,00

Hai problemi a inviare un ordine?

Ti preghiamo di inviare una mail all'indirizzo:

 

postmaster@mauriziovetrieditore.com

Obbligatorio

Obbligatorio

Invio del modulo in corso...

Il server ha riscontrato un errore.

Modulo ricevuto.

Obbligatorio

top

MAURIZIO VETRI EDITORE Via Catania 28 94100 Enna Italia mauriziovetrieditore@email.it tel 3209320182 P.IVA 01049960865 n° 11 registro Editori Provincia di Enna