ainda
<img src="http://www.mauriziovetrieditore.com/images/maurizio-vetri-editore.jpg" alt=“maurizio vetri editore” />

Cat 140

Collana/Poesia/45

Titolo: AINDA (ancora)

 

Autore: Calogero Timpanaro

illustrazioni di Ilaria Timpanaro

 

Formato: 15x21 cm

brossura

120 pagine

 

 

Prima edizione: novembre 2023

 

ISBN 979-12-81306-18-9

 

 

Prezzo di copertina: Euro 16,00

 

Scheda autore

acquista adesso

 

Presentazione

 

A volte capita di ritrovarsi con un libro tra le mani, magari in uno svogliato pomeriggio .

Un libro “Diverso” di “Versi” che fa venire la voglia di essere letto tutto d’un fiato, per sviscerarne il significato nascosto dentro ogni parola e forse anche l’anima dello stesso autore, la sua più recondita intenzione .

Al tempo stesso sorge spontanea una riflessione “Cos’è la poesia? Cosa non è?”

Io non credo sia possibile dare una definizione netta sul significato che la poesia possa rappresentare per ciascuno di noi .

È altrettanto impossibile ergersi a giudici di quanto leggiamo perché ogni singola parola esprime il poeta, il suo profondo bisogno di dichiarare se stesso al mondo, il suo intero agli altri che si manifesta, a volte chiaramente altre in maniera criptica, incomprensibile ma totalmente vera e genuina.

È anche stupendo ritrovare se stessi in uno scritto, vivere ogni parola come immagine che scorre davanti agli occhi, identificarsi, viversi in quei versi che un po’ ci appartengono perché li facciamo nostri.

Quindi Cosa dovremmo ritrovare in uno scritto: L’assoluto o il soggettivo?

Riconoscere il diritto a colui che scrive di non volere giudizi di sorta?

Manifestarsi, rendere vive le proprie emozioni, altro non desidera un poeta ben sapendo di non raccontare se non sé stesso ai lettori e sperando di trasmettere ogni singola emozione vissuta mentre l’ inchiostro fuoriesce dalla penna.

Ricerca di una forma poetica propria, nuova, un moto “Ondoso” che travolge il lettore:

A volgente

M oto

O ndoso

R igogliosa

E ffrazione

(Poesia 48)

nei significati criptici o nella voluta ambiguità.

L’elemento provocatorio della parola non poetica ma quotidiana.

Ecco cosa ritroviamo: Temi che emergono… a volte intersecano leggeri o volutamente pesanti.

Una parola semplice e complessa al tempo stesso ma che rappresenti quella voglia di dire che è possibile solo attraverso degli scritti:

“Le parole

Ah, le parole

Ci sono quelle che volano come farfalle...”

(poesia 12)

Il quadro umano e l’auto coscienza: una distinta e prepotente rappresentazione della propria personalità.

“Si, lo ammetto

sono un egoista”

“Cuore maledetto presuntuoso ed arrogante”

(poesia 22)

 

Il tema dell’amore, sofferto, agognato, sognato e a volte disperato ma che si evolve in amore maturo verso ogni forma di vita che necessiti amore, il Cosmo, la Natura, fors’anche se stessi con più consapevolezza dell’evoluzione di questo sentimento :

“C’è una malinconia che ha colori e forme ..

… E fa l’amore con la bellezza

No! Fa l’amore con l’amore”

(poesia 38)

La solitudine che a volte è sofferenza, altre godimento della propria compagnia, della propria essenza:

“A volte camminando mi fermo e mi godo”

(poesia 24)

La Natura e l’Uomo, la bellezza del creato intorno e la scoperta di essere “ Uomo imperfetto “ ma pieno di quella bellezza, di quella luce che è insita in ogni essere umano:

“Chissà com’è essere una foglia

Se lo fossi …

vivrei felice e contento”

(poesia 35)

L’epifania delle emozioni:

“Ci sono tante perle,

appese ai rami del cuore”

(Poesia 10)

La vita,il suo significato, il Tempo. Tutto quello che ogni attimo vissuto ci lascia dentro e come goccia sulla pietra scava solchi profondi ed indelebili:

“Ho la vita dentro.

Scorre,

con i suoi deliri

e le sue bellezze sublimi…”

(poesia 20)

 

Tutto quello sin qui descritto, ci siamo ritrovati a provare leggendo, scorrendo le dita frementi su ogni foglio e occhi famelici, le emozioni provate che queste poesie ci hanno donato come d’incanto e che rappresentano “totalmente e nella sua più profonda interezza “ l’autore .

 

 

Rosalia Cinque

Roberto Marc

L'autore

 

 

Calogero Timpanaro è nato a Palermo nel 1962.

Ha sempre vissuto e lavorato a Enna.

Dal 1986 lavora come impiegato amministrativo presso un Ente di Formazione Professionale.

Si dedica alla poesia dal 1985.

Nel 2012 autoproduce, curate e recensite dal compianto Gildo Galfo, una serie di poesie che stampa e distribuisce su semplici fogli A4 e che presenta Enna presso il caffè letterario Al Kenisa con la collaborazione di Rino Agnello, Luca Alerci, Valentina Libertino, Maurizio Debole, Danila Guarasci, Elio Provitina e del compianto Antonio Gaimo.

 

Nel 2016 ha pubblicato la sua prima raccolta di poesie dal titolo “Le Nuvole in testa” illustrato da Ilaria Campo ed edito da Maurizio Vetri Editore.

AREA ACQUISTI

Qui puoi inoltrare il tuo ordine ed eseguire il pagamento del volume

 

"AINDA"

Prezzo di copertina:   Euro 16,00

Costi di spedizione:

ITALIA: Gratuito spedizione standard

 

Gli ordini pervenuti dopo le ore 12,00 verranno spediti il giorno successivo

Gli ordini pervenuti il venerdì dopo le ore 12,00 nelle giornate di sabato e domenica verranno spediti il lunedì successivo.

Normalmente i tempi di consegna sono di 8 gg. lavorativi (week-end esclusi)

 

 

Esegui il pagamento con la tua carta di credito attraverso il sistema paypal anche da postepay

Hai problemi a inviare un ordine?

Ti preghiamo di inviare una mail all'indirizzo:

 

postmaster@mauriziovetrieditore.com

MAURIZIO VETRI EDITORE Via Catania 28 94100 Enna Italia postmaster@mauriziovetrieditore.com tel 3209320182 P.IVA 01049960865 n° 11 registro Editori Provincia di Enna

top

top